martedì 20 luglio 2010

Frisanday.... how to compress a week-end in a single day!!!!



Giacchè ho messo la roba dell'allenamento in lavatrice..... giacchè ho sistemato la mia stanzetta.....giacchè ho ritirato i panni dal filo....... ora posso pure prendermi qualche minuto (magari un paio di orette) per raccontarvi il primo week-end tasmano!!!


FRIDAY 16th of JULY 2010

Quella di venerdì è stata una giornata decisamente importante perchè la sera stessa farò l'esordio con la maglia dell'OHA.
Ahimè il numero che mi hanno dato la sera durante l'allenamento, non è l'8 come avevo chiesto (e non ho capito se me lo daranno per le prossime partite). Ma da quel 25 che porterò sulla schiena magari attribuirò scaramanticamente un valore altrettanto importante fino al termine della stagione .... perchè per uno sportivo ....diciamolo (detto alla "La Russa") ..... i numeri possono voler dire molto durante la propria carriera agonistica!!!!
Comunque....tornando a noi...... dopo aver dormito di fila 12 ore (e ciò dimostra la mia teoria sul come affrontare al meglio il jet lag).... sono sceso in cucina per fare una buona colazione a base di latte e cereali, succo d'arancia e un buon frutto....la banana...perchè come tutti sappiamo...senza il frutto dell'Ammmor non si può mica iniziare bene la giornata!!!!
....
E qui faccio un breve inciso per ricordare un noto spezzone di film che molti della mia squadra apprezzeranno sicuramente.... "Pijatene due de banane...così almeno una te la magni"!!!!!
....
Leggero relax in stanza sistemando le poche cose che ho messo in valigia (alla fine ho portato solamente 28 Kg, riuscendo a non pagare nessun Kg extra a Melbourne) , e nel primo pomeriggio...tipo verso le 15, sono andato (sotto proposta di Susie (la mamma) e Sofie (la figlia)) a fare una bella passeggiata rilassante in spiaggia per portare i cagnolotti (Molly and Mex) a fare una sgambata in totale libertà!!!!
Qui in Hobart...essendo una città sul mare, c'è la possibilità di andare in molte Baie...tutte dai nomi particolari.... Kangaroo Bay, Peppermint Bay, Rose Bay, ecc...
Noi alla fine ci dirigiamo verso Derwent Bay (dove Derwent è il fiume che passa per Hobart e da cui la squadra maschile di hockey che ha vinto le ultime 4 stagioni, ha preso il nome).
Una calma meravigliosa....solo il rumore delle onde a fare da contorno e un leggero venticello a rinfrescare il viso.

Oltre a noi, solo un altro paio di "impavidi" a passeggiare con i propri cani... altri che corrono lungo la spiaggia....e altri.... beh.... decisamente malati di mente...che sono immersi fino alla vita per rigenerare le gambe dopo un allenamento di Australian Fooball (sport nazionale passato sistematicamente in tv, al quale mi sono troppo appassionato in questi ultimi giorni e che, ovviamente , vi farò vedere tramite un breve link di YouPorn...opss.... YouTube.... classico lapsus Freudiano).


















La passeggiata è molto piacevole... i cani si divertono a rotolarsi sulla sabbia...(e anche se non sono il genere di cani che adoro perchè piccoli e con la vocina STRITULA...ovviamente piano piano mi ci sto affezionando), ma la testa è ovviamente già a stasera...a quando entrerò per la prima volta in campo per faticare e lottare per una maglia diversa da quella della mia amata Rometta!!!



Ad un certo punto, quando stiamo facendo retro-front per ritornare verso la macchina e quindi to go back home , ci accorgiamo che a una cinquantina (o qualcosina di più) di metri dalla riva si sta aggirando uno strano animale (o forse solo per me visto che è la prima volta che lo vedevo dal vivo), che ogni tanto esco fuori dal mare col dorso, sbuffa dallo sfiatatoio e poi si reimmerge.


Una sensazione meravigliosa vedere in modalità live un evento simile, considerando che per Roma quando decidi di farti una bella passeggiata il più delle volte c'è un indianino che cerca di venderti una rosa anche se sei in compagnia di un amicO!!!!
Comunque...Dopo una lunga chiacchierata (per farmi spiegare che cosa fosse....) riesco a capire che è un'Orca Assasina... visto che come esempio mi era stato fatto quello di Free Willy.... capitata lì , evidentemente per caso, ma possibilmente per seguire alcune correnti fredde (ricordo a tutti che la Tasmania non è molto distante dall'Antartide).

Alla fine il giorno dopo, leggendo il giornale della Tasmania durante la colazione, capirò che ...1) Si trattava di una whale e non di una killer-whale. 2) Che whale vuol dire Balena , mentre killer-whale è l'Orca Assassina. 3) Che qui in Australia non si ricordano bene del film "Free Willy" (e di questo mi rammarico veramente moooooolto)!!!

Tornati a casa per le 16:30... breve merenda con panino e sugo de frutta.....leggero relax in camera ....giusto il tempo per prepararsi ....fare due chiacchiere su skype..... e di ascoltare un po' di sana musica per gasarmi ....e vado immediatamente con la Family al campo, anche perchè alle 18:30 gioca Sofie!!!
Nota: qui in Tasmania le partite tra maschile e femminile sono sempre le stesse, anche perchè il numero di squadre che prendono parte al campionato è identico...e soprattutto le squadre che prendono parte al campionato sono le stesse (very easy to understand).

Alle 19:15 circa entriamo nello spogliatoio.... breve riunione (e se dico breve vuol dire 10 minuti a dir tanto...giusto il tempo di dire per dire due cazzate)... e siamo subito fuori a riscaldarci.
Il warm-up non è così elaborato.... corsetta di 5/10 minuti....leggero giochetto col pallone di football (che è simile a quello di rugby.....anche perchè qui il calcio è il Soccer).....una decina di allunghi... e di nuovo nello spogliatoio per cambiarsi definitivamente.
Per Pato: ..... anche se qui fanno veramente zero stretching... io preferisco sempre e comunque il modo argentino!!!!!!!

Alla fine si fanno le 20 ed entriamo nel Pitch1.
La tribuna , nonostante la temperatura non proprio abbordabile (il tabellone segnerà 7°), ospita comunque un buon numero di persone (all'incirca una cinquantina moooolto abbondante) considerando che la partita è tra la prima in classifica (OHA) e l'ultima (POWW....l'altra squadra di Hobart che mi aveva contattato).
Il match non è dei più entusiasmanti....forse perchè a noi mancano 5 giocatori titolari che sono in Melbourne per un torneo Under21..... forse perchè il gap tra le due squadre è notevole.... ma soprattutto perchè non giochiamo per niente bene.... troppe azioni individuali... troppi skills e zero cose semplici ( e in questo stranamente ho fatto vedere la mia "esperienza"...o meglio.... ho fatto vedere che i cazziatoni fatti/ricevuti in squadra durante tutto l'anno chiedendo di fare le cose basilari sono serviti a qualcosa)!!!
La cosa positiva è che abbiamo vinto 4 a 0....sono soddisfatto di aver retto quasi tutta la partita uscendo solamente per 5 minuti per riprendere un po' di ossigeno ( e di questo ringrazio ancora vivamente Pato per la preparazione che ci ha dato quest'anno)...e siamo sempre primi in classifica!!!

Finita la partita , breve birretta con i compagni di squadra nella club house del centro sportivo, qualche chiacchiera, e subito dopo a casa per la doccia, anche perchè qui nessuno se la fa nello spogliatoio ( nè dopo l'allenamento... nè dopo la partita....CHE AMAREZZA.... e sta cosa.... anche se ambientata nei container del tre Fontane.... mi manca veramente un casino)!!!!!

Cena in famiglia con pizza (probabilmente per farmi sentire a casa), e di corsa a letto per recuperare ancora dal viaggio interminabile di qualche giorno prima.

P.s.: Mi scuso per non aver foto della mia prima partita, ma provvederò questo sabato visto che ho già assoldato un paio di fotografi ad immortalare le cazzate che farò in campo!!!!


SATURDAY 17th of JULY 2010

Giornata decisamente rilassante quella di sabato (ma solo dal punto di vista fisico)....anche perchè mentalmente mi sono svegliato con una discreta ansietta per l'esordio nel pomeriggio come arbitro di hockey. per carità....tutti mi dicono "take it easy" ....anche perchè la partita che andrò ad arbitrare insieme a Sam è 4th Grade Women....insomma ...le signorotte sulla 50/60ina, più qualche pischelletta alle prime armi... una cosa molto facile a quanto dicono loro...
Vabbè....io ci credo e nel frattempo penso unicamente al pranzo con la famiglia.
Finito di mangiare un buon spezzatino al sugo con riso in bianco....(qui la maggior parte dei pasti sono un secondo accompagnato da un riso a fare da contorno) , mi butto sul divano insieme a Don (il boss di casa) a vedere un po' di sport "tipico" australiano.... (praticamente da quando sono arrivato c'è stato un test match di Cricket tra Australia e Pakistan , durato "appena" 5 giorni).

Mi metto nel frattempo d'accordo con Sam, per farmi passare a prendere alle 16 per andare al campo ad arbitrare... ma quando arriva l'ora X.... e quindi Sam a casa McLeod.... ecco che Don gli dice di entrare in casa perchè ha intenzione di farmi vedere una cosa.... mah....io all'istante rimango ...come direbbe il buon Boris....BASITO!!!!
Prima mi chiede se può salire in stanza mia per passare dalla finestra e montare sul tetto.... poi mi dice qualcosa riguardo un Possum (che io, spulciando nella memoria di quando collezionavo figurine di animali da bambino, mi ricordavo fosse una sorta di sorcio leggermente ingrassato) che gironzola proprio sopra la mia mansarda.....ed infine lo vediamo scendere con il trofeo rinchiuso in gabbia..... non potete capire cos'è....una cosa meravigliosa..... una sorta di orsacchiotto.... col muso e gli occhi che ti sembrano dire.... "Ma ti pare che io non posso fare come cavolo mi pare?!?!?"....... e mentre lui mi fissa con aria incredula mentre gli faccio due foto....dentro di me continuo a ripetermi col sorriso di un ebete stampato sul volto........ "Ma n'do cazzo me trovo!?!??!?!"!!!!




Finito di ammirare uno degli scugnizzi della Tasmania, monto in macchina con Sam e ci dirigiamo verso l'Hockey centre... decisamente molto vicino da casa... appena 3 minuti by car.
Arrivati al campo... mi appresto a mettere la giacchetta da arbitro.....infilare il laccetto col fischietto.... e fare la prima "fischiata" per mettere un po' di pressure alle squadre.


Alla fine va tutto liscio come l'olio.... nessun errore eclatante....anche perchè a differenza del campionato italiano , dove la gente parla con gli arbitri per ogni minima cazzata...qui accettano tutto senza fare una piega.... tranne una vecchietta, che su un piede "dubbio" che gli ho fischiato, mi ha detto una sequenza di cose (secondo me c'era anche qualche insulto) con la velocità di uno scioglilingua austriaco...ma vedendo che non avevo capito una fava...ovviamente.....ha perso l'entusiasmo e ha ripreso a giocare......insomma..... il peggio era passato....IL MIO ESORDIO L'AVEVO FATTO!!!!! E anche alla grande, visto che a fine partita, la suddetta vecchietta è venuta insieme ad una sua compagnia da me e Sam , a dirci che siamo i migliori arbitri che gli siamo capitati (per me è stata solo la compassione del momento)!!! Sta di fatto che ci hanno proposto di arbitrare un'altra partita il giorno dopo nel tardo pomeriggio..... mica male...considerando che sono 25/30$ cash a botta!!!

Finita l'avventura da arbitro, ci dirigiamo verso casa McLeod giusto per cambiarmi al volo, passare al McDonald a prendere un paio di Menù...a comprare un secchio di birre (decisamente molto expensive rispetto al mio amato paese ubriacone)... e andare a casa di Sam per cenare da lui e passare una bella serata in compagnia ubriacandoci e giocando a FIFA.... ovviamente dopo aver bevuto circa 3 litri e mezzo a testa, sono rimasto a dormire da lui!!!!


SUNDAY 18th of JULY 2010

Dopo un risveglio abbastanza traumatico vista la grande prova di alcolismo mantenuta durante la sera precedente... scendiamo in cucina per fare colazione con il classico latte e cereali e succo d'arancia... facciamo due chiacchiere con la mamma di Sam, che è già in divisa per andare a giocare la partita di campionato.... (un vero spettacolo vedere che l'hockey si gioca a qualsiasi ora del week-end e soprattutto ad ogni età)....e mi faccio accompagnare dal Signor McCambridge a casa perchè il figliolo deve studiare un po' che lunedì inizia l'università.
Arrivato a casa verso le 12:45, saluto quella parte della family già in piedi (praticamente tutti), e racconto brevemente com'è andato il primo sabato sera in Hobart (piccola differenza.....a casa mia di domenica, possono essere anche le 15, che me vedono col cavolo in giro a far conversazione...tutt'al più mugugno).
Comunque....tra una cosa e l'altra, Susie e Don mi chiedono se voglio, visto che il tempo stranamente regge da quando sono arrivato senza fare due gocce, fare un giretto sul Monte Wellington prima di andare ad arbitrare nuovamente alle 17.
La cosa mi attira molto, e senza pensarci due volte farfuglio qualcosa simile al "Why not"!!!!
Doppia maglietta...felpa...giaccone... macchinetta fotografica in tasca e sono pronto per la prima vera e proprio "gita" in un posto caratteristico della città.
Monte Wellington infatti è una sorta di altopiano di 1300 metri, molto spesso innevato che sovrasta tutta la città di Hobart.. insomma... un posto assolutamente da visitare!!!

Montiamo in macchina e dopo una mezz'oretta di viaggio , attraversando natura incontaminata (o per meglio dire...rispettata a dovere), e percorrendo strade immerse in foreste (che qui non chiamano forest come fanno gli americani, bensì bush...perchè loro sono australiani.... e la cosa onestamente mi sa tanto di paradosso visto che il buon George W. potrebbe chiedere i diritti sul cognome) , finalmente arriviamo in cima... dove l'aria si fa leggermente più fresca e il termometro dell'auto misura solamente 2 gradi!!!





Scendo dalla macchina con l'euforia di un ragazzino, e ci dirigiamo immediatamente verso la passerella che fa da belvedere!!!!
Semplicemente INDESCRIVIBILE!!!!


E così di punto in bianco.......come se ce ne fosse stato bisogno per rendere quel momento ancora più "particolare".... ecco che inizia leggermente a nevicare, creando quella soffice foschia che tutto stringe dentro di sè, ma che allo stesso tempo, non ti priva di quella libertà che a lungo hai cercato , e che finalmente , su un monte privo di caos , sei riuscito a trovare!!!!

Spero pertanto di riuscire, anche solo per un secondo, a trasmettervi quel senso di assoluta libertà che mi ha investito, preso e portato via!!!



video

Finito di ammirare il fantastico landscape tasmano, ci dirigiamo in una piccola abitazione (adiacente al belvedere), dove ci sono tutte le tavole relative a porzioni della città e spiegazioni delle varie zone di Hobart.



Ovviamente , avendo con me due cittadini del luogo, sfrutto la situazione ed inizio a fare a più non posso domande per togliermi ogni genere di curiosità.



Terminata anche quest'ultima visita, rimontiamo in macchina e ci dirigiamo nuovamente verso la town in modo da farmi essere puntuale al campo per arbitrare.

E una volta arrivati giù ........ come direbbe il buon Califano.........tutto il resto è noia!!!!
Perché l'unica cosa che mi rimarrà impressa in mente per tutto il resto della giornata, sarà solamente quello splendido paesaggio......... al quale mi sono già ripromesso ........tornerò sicuramente a fargli un saluto prima di partire!!!!





Maltino

3 commenti:

  1. lungo....ma bello!!!!!!
    Bravo nano.....

    RispondiElimina
  2. Belloooo...Complimenti!!!;)e tienici aggiornati...

    RispondiElimina
  3. ma hai migliorato un po il tuo inglese, oppure lo fai apposta cosi nn capisci gli insulti mentre arbitri?? :P

    P.S. secondo a me, quella vecchietta che ha detto che sei stato bravissimo arbitro ci provava!!! Impara meglio l'inglese, guarda che ti stai a perdeee

    RispondiElimina